Categorie di prodotti

Mal di primavera: cos'è e come affrontare i disturbi stagionali

LatuaFarmacia
24 Marzo 2021

La bella stagione ti stressa? Ecco come alleviare il mal di primavera

Stanchezza e nervosismo? Ecco come uscire dal letargo e dire addio al mal di primavera

Mentre la natura si risveglia, le giornate si allungano e le temperature diventano più miti, sembra quasi che il tuo corpo e la tua mente vadano nella direzione opposta?

Se non fai altro che sbadigliare, trovi difficile concentrarti, dimentichi gli appuntamenti, soffri di mal di testa e sbalzi di umore, non allarmarti, soffri del classico "mal di primavera”. Non si tratta di un falso mito, ma di una vera e propria sindrome che colpisce ogni anno circa due milioni di italiani.

Ma quali sono le cause e i rimedi più efficaci per godersi finalmente i vantaggi della bella stagione?

Perché l’arrivo della primavera ci stravolge?

In realtà, anche se si parla di disturbi primaverili, questi ne comprendono alcuni che si presentano anche in autunno, quindi durante il cambio di stagione.

In generale, infatti, i cambiamenti di temperatura, luce, alimentazione, stile di vita e abitudini, rappresentano un vero e proprio shock per il nostro organismo, soprattutto da quando, negli ultimi anni, i passaggi da una stagione all’altra avvengono repentinamente.

Nello specifico, si parla di mal di primavera, perché l’aumento delle temperature e l’allungamento delle giornate, costringono il corpo ad aumentare le attività funzionali e, quindi, l’organismo si trova ad affrontare un superlavoro, senza essere pronto a sufficienza.

Senza contare poi l’arrivo dell’ora legale: spostare le lancette dell’orologio in avanti di 60 minuti, ci fa perdere un’ora di sonno e il corpo si ritrova così a gestire le giornate con meno energia.

Quali sono i disturbi primaverili sul corpo?

La fase di riadattamento ormonale e metabolico alle nuove condizioni climatiche si traduce molto spesso in:

- Spossatezza

- Disturbi del sonno

- Problemi di concentrazione

- Irritabilità

- Digestione lenta, gonfiore e stipsi

Inoltre, ai disturbi primaverili si aggiungono anche le allergie al polline, altro fastidio che interviene a complicare la situazione.

5 mosse per reagire al mal di primavera

1. Segui una dieta sana. Nutri il tuo corpo in modo ottimale, per metterlo in condizione di affrontare il malessere generato dal cambio stagionale. In particolare, prediligi alimenti ricchi di vitamina C, che contribuisce a ridurre stress e affaticamento, e vitamine del gruppo B, che supportano il metabolismo energetico. Prediligi quindi cibi come: cereali integrali, frutta secca, pesce e uova.

In generale sono essenziali in questa fase dell’anno delle diete sane e variate, che garantiscano un sufficiente apporto di macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) e micronutrienti (vitamine e minerali).

2. Fai movimento. Tenendo comunque a bada lo "stress prova costume”, fai attività fisica quotidiana, soprattutto al mattino e all’aria aperta, per liberare la mente e stimolare le endorfine, alleate del buon umore.

3. Dormi di più. Cerca di andare a letto prima, perché le giornate più lunghe richiedono più energia.

4. Depura l’organismo. Per alleviare i problemi intestinali tipici del "mal di primavera”, legati anche al fegato, affidati al cardo mariano, che svolge una potente azione antiossidante e depurativa.

5. Assumi degli integratori. Per la stanchezza fisica e mentale, puoi assumere degli integratori con sostanze toniche e stimolanti, come caffeina, rame, rosa canina e guaranà. Ottimo, per esempio, l’integratore in bustine a base di Ginkgo Biloba della BiosLine, che coadiuva il corretto funzionamento cerebrale e favorisce memoria e concentrazione.

Per ridurre la spossatezza e recuperare energie, è ideale anche l’integratore Pappa Reale di ProLife, che contribuisce alla produzione di energia, grazie anche alla vitamina B12.

Cosa aspetti allora? Consulta lo shop online de La Tua Farmacia e acquista questi e altri prodotti utili ad alleviare i disturbi primaverili, senza sottovalutare l’importanza di chiedere un consulto al tuo medico in caso di sintomi persistenti.

<!--


-->

Iscriviti alla nostra newsletter e ottieni un extra sconto del 3%!

    linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram